Dazio antidumping sulle importazioni di chiusini, caditoie e griglie in ghisa

/, Normative/Dazio antidumping sulle importazioni di chiusini, caditoie e griglie in ghisa

Nel corso delle ultime settimane i prezzi di listino dei chiusini in ghisa hanno subito un notevole rialzo, dovuto alla recente introduzione di un regolamento della Commissione Europea. Con questo articolo vediamo brevemente in cosa consiste.

Il regolamento di esecuzione 2017/1480 istituisce un dazio antidumping provvisorio sulle importazioni di specifici prodotti originari della Repubblica popolare cinese. Il 10 dicembre 2016 infatti è stata aperta un’inchiesta relativa alle importazioni nell’Unione di determinati lavori di ghisa a grafite lamellare (ghisa grigia) o ghisa a grafite sferoidale (detta anche ghisa duttile) e loro parti, originari della Repubblica popolare cinese e dell’India, a norma dell’articolo 5 del regolamento (UE) 2016/1036.

Nel periodo preso in esame (2013-2016) l’industria europea della lavorazione della ghisa ha visto diminuire il livello di occupazione del 7%. Tale diminuzione è stata una reazione al calo del 4% dei volumi di produzione, dovuto alla contrazione della domanda e all’aumento dei quantitativi delle importazioni oggetto di dumping dalla Repubblica popolare cinese.

In seguito all’esito dell’inchiesta, la Commissione Europea ha quindi decretato il 16 agosto 2017 l’introduzione di questo dazio antidumping sulle importazioni di determinati prodotti in ghisa. Tale rafforzamento nasce come misura a difesa dei prodotti e dei posti di lavoro europei davanti all’avanzata dell’export extracomunitario per la pratica di prezzi bassi da concorrenza sleale.

Il provvedimento coinvolge tutte le importazioni di chiusini, caditoie e griglie in ghisa dalla Cina (le griglie in ghisa per canali, prodotte secondo la norma EN1433, ne sono state escluse), prodotti secondo la norma EN124-2.

Le percentuali del provvedimento, con effetto immediato a partire dal 18 agosto 2017, variano a seconda delle fonderie coinvolte dal 25,3% al 42,8% con la gran parte delle fonderie al 33,1%. La misura introdotta è provvisoria, ed avrà una durata di 6 mesi, termine entro il quale la Commissione Europea si dovrà esprimere definitivamente. L’introduzione di questi dazi si riflette purtroppo sui costi di acquisto di chiusini e griglie in ghisa sferoidale, e di conseguenza sui prezzi di rivendita al consumatore finale.

2017-11-19T10:20:08+00:00 18 settembre 2017|Categorie: News, Normative|Tags: , , |